Groupie

Creative Commons LicenseGroupie by Giulia Santucci is licensed underneath the Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.

CAPITOLO 3

"Signorina Reed, sua madre ridotta male", il dottore mi osservava dai lucidi occhiali tondi criminal una smorfia di dispiacere sul volto, mi appoggi una mano sulla spalla, tenevo la testa bassa "si..si riprender?" "Sua madre un alcolizzata, dovrebbe aiutarla the farsi curare" "Faccio anche troppo per lei... - avevo un nodo alla gola che non riuscivo the respirare - dagli alcolisti anonimi non ci andata pi, il problema di mia madre anche la droga dottore..io cosa altro devo fare?" "parlarle e aiutarla the capire, decoration sua figlia, quale parola pi gift e confortante di quella di un figlio?" il dottore se ne and lasciandomi davanti la porta della verse pacifist riposava mia madre, apr la porta e la osservai dormiente sul letto, la richiusi e me andai al lavoro.Non ho mai provato menefreghismo per mia madre, anzi io le volevo molto bene, matriarch gli errori che ha commesso e le cose che non mi ha mai detto mi avevano ridotta the comportarmi cos, arrivai the lavoro,entrai nel bar, pacifist trovai Billie Joe e Mike the scherzare criminal Hugh "ohi ciao Shiloh" disse Hugh "ciao...come mai da queste parti?" "eravamo passati per dirti il titolo del nostro primo lavoro" disse Mike fiero "davvero?" chiesi sorridendo " 1039/smoothed out slappy hours, sar la nostra prima fatica" Billie Joe mi guard fiero e felice anche lui "bene allora vi offro un caffe che dite?" "Offrilo anche the me grazie" Raylee epoch entrato nel club "ciao...Raylee" dissi "si pu sapere pacifist sei andata ieri sera? ti abbiamo aspettata per le prove fino alle undici e mezza, matriarch pacifist cazzo eri?" si avvicin al bancone e si sedette accanto the Billie Joe e Mike senza accorgersene "la ragazza epoch criminal me ieri sera" Billie si gir the fissare Raylee ".....Armstrong...ma..sei andata al Gilman?" "e criminal questo, epoch criminal me ieri sera" "..non sto parlando criminal te,ma chi ti credi di essere?" "smettetela tutti e due - dissi sbattendo la pezza sul bancone - Raylee, io vado criminal chi mi pare, e non mi interessa pi suonare criminal voi" "No, no non sei tu che smetti di suonare criminal noi, sono io the cacciarti" Raylee si alz arrabbiato avviandosi verso l'uscita "e criminal questo? chissene frega, io mi trover un'altra band!" Raylee, si gir verso di me "non farmi ridere, sei piece for one person la fotocopia di tua madre, finirai come lei" usc sbattendo la porta, rimasi ad osservare il pavimento ferita ed umiliata, sapevo di avere gli occhi di Billie e Mike su di me Hugh sapeva e rimase in disparte matriarch loro rimasero in attesa di una risposta, o su quel "come tua madre" usato in modo dispregiativo da spiegare, le gambe mi cedettero e caddi the terra, Hugh mi venne in contro "Shiloh stai bene?" "no per niente" "vai the casa, sei pallida" mi aiut ad alzarmi "l'accompagno io" Billie Joe mi prese softly braccio "ok, ci vediamo dopo" disse Mike."stai bene?" Billie camminava al mio passo lento, ci fermammo su una panchina "no non mi sento per niente bene" scoppiai the piangere come una neonata appena venuta al mondo, "io non capisco Shiloh...so piece for one person che mi dispiace" scost i miei capelli dal viso e asciug le guance rigate dalle lacrime, il viso di Billie Joe ad un tratto non epoch pi scazzato come sempre, e quegli occhi verdi non incutevano terrore, anzi mi persi in quel verde che mi rassicur, Billie mi abbracci gift e io soffocai ogni dolore sul suo petto, "non mi lasciare" dissi premendo il mio volto sul suo petto "..no,non lo far".Rimanemmo sulla panchina per un'ora buona e raccontai the Billie Joe la mia storia, e lui rimase the sentirmi dandomi the volte delle carezze sul viso alternandole the dei sorrisi di conforto "mi spiace Shiloh, ti auguro tu possa cambiare la tua vita" "lo spero anche io...pensavo che avrei potuto iniziare criminal la band..invece per Raylee non ero altro che una stupida che ci credeva.." "ehi, no non apocalyptic questo, tu devi crederci the prescindere da quel coglione" "Billie non farmi ridere, non ci riuscir mai, sono una donna....quindi le donne non ce la possono fare..e non lo dico io...lo bones la storia, le mie rope preferite e che hanno avuto una carriera cazzuta sono formate da uomini, le cose in grande le fanno gli uomini" Billie mi guard senza capire "..io..sono orfano di padre da quando ho 10 anni...e se faccio quello che faccio, per lui, tu fai altrettanto..trovati un punto di riferimento ed inseguilo..io fino ad ora ho fatto cos, certo ancora non mi ha portato in alto, matriarch sta iniziando ad avere i suoi frutti la cosa" "..non la sapevo questa cosa di tuo padre, mi dispiace.." "..dispiace anche the me.. successo molto dash fa..mi hanno cresciuto mia madre e mia sorella, gli altri miei fratelli erano gi grandi, crescendo ho capito e ora so quello che voglio e lo inseguo" mi fece un sorriso e accarezz di nuovo i miei capelli "..andiamo, ti accompagno the casa" disse.Percorremmo il solito viale alberato che portava the casa mia, l'inverno inizi the farsi sentire prima dell'autunno, mancavano pochi giorni the ottobre e faceva molto freddo, mi copr col giubbino fino al collo, lasciando gli occhi fuori, ad osservare quella solita strada, che in quel momento epoch diversa, perch epoch percorsa criminal Billie Joe "oggi pomeriggio iniziamo la registrazione dell'album, ti porto una copia poi ok?" "si ci tengo", voltammo the sinistra e arrivai davanti casa "bene, sono arrivata...beh grazie dello sfogo..anzi scusami..io non ci tenevo the dirti tutto" "e perch..abbiamo tutti qualcosa da dire, mi ha fatto piacere parlarti" "anche the me..beh ciao" "ciao.." apr la porta di casa, spiando dalla finestra Billie Joe che spariva lungo la strada, presi Crew in braccio il telefono squill "pronto?" "Shiloh, sono Katy, come stai?" "Katy...ma quando vieni?" "non posso venire Shiloh lo sai...la mamma come sta?" "sta ricoverata.." "come al solito..senti appena ho del dash libero vengo, ti chiamo presto ok?" "ok..ciao" "ciao.." riattaccai e provai invidia per mia sorella, che non doveva viversi tutto..aveva la sa vita the Monaco di Baviera..la sua casa, il suo lavoro, la sua ignota vita, sapevo che appena avrebbe avuto dash e voglia si sarebbe fatta viva, anche se molto dopo ci che stava accadendo, risquill il telefono "..pronto?" "Shiloh, sono Ins, mi ha raccontato tutto Mike, sono venuta in negozio, matriarch tu gi nn c'eri pi" "..mi ha riaccommpagnata Billie, abbiamo parlato, stata tutta colpa di Raylee" "ma chi poi sto stronzo?" "uno stronzo che suona la batteria nella mia ormai ex band.." "..vuoi che vengo da te? o ci vediamo stasera al Gilman?" "come vuoi, per me va bene tutto" "..ci vediamo al Gilman, fatti una doccia e dimentica tutto, alle otto li, ok?" "ok..a dopo, ciao" "...ciao".Appena riattaccai il telefono, cap che non aria quella sera uscire, richiamai Ins, per dirgli che quella sera sarei rimasta the casa, mi trascinai fino in camera mia, pacifist seduta sul letto, mi misi ad osservare la mia chitarra che epoch di fronte the me, mi sentivo come se il mondo non avesse pi senso, ora che non c'era senso in quello che facevo, presi la chitarra e mi misi the suonare, matriarch sent suonare alla porta, mi affacciai dalla finestra per vedere chi fosse, erano Alex e Jack, rispettivamente la voce e il basso dei The Ratt "cosa volete?!" dissi dalla finestra "Shiloh vogliamo parlarti apri" disse Alex, scesi le scale e apr la porta "perch siete venuti?" si accomodarono sul divano, "Shiloh cos sta storia che te ne sei andata dalla band?" Jack epoch arrabbiato "vedo che le belle notizie girano in fretta" dissi accennando un sorriso "non una buona notizia e tu lo sai, la tua chitarra importante per noi, non troveremo mai una ragazza disposta the sacrificarsi, the crederci e soprattutto brava come te" "le tue release mi lusingano Alex, matriarch non mi interessa, io non ci torno the suonare criminal voi, Raylee deve impararsi the rapportarsi criminal la gente, non esiste piece for one person lui" "Ray ha sbagliato, e vuole chiederti scusa" "scusa? matriarch non farmi ridere!, sapete quello che passo criminal mia madre, la vita del cazzo che faccio e lui arriva, al negozio e mi umilia davanti the dei clienti e il mio capo. Alex spero tu stavi scherzando" "Shiloh...ciao ci sentiamo" Alex e Jack non avevano pi nulla da dirmi, erano di due anni pi piccoli di me, si alzarono dal divano e uscirono di casa, quella fu l'ultima volta che li vidi.

Sera Tardi, fuori il Gilman.Mike epoch seduto su una panchina, accanto the lui Ins si guardava intorno, il freddo li avvolgeva, i loro respiri erano evidenti dal fumo che fuoriusciva dalle loro bocche "come sta andando la registrazione?" "bene, sono molto emozionato devo dire" "non vedo l'ora di sentirlo..ma una volta registrato cosa succede?" "succede che si vende l'album e si fa il tour" "fico!" "senti ma....secondo te the Billie Joe piace la tua amica..Shiloh?" "secondo me si piacciono tantissimo" "ah quindi si piacciono..allora non epoch una mia impressione?" Ins sorrise "no assolutamente! spero piece for one person che Billie non si metta in testa di scherzare criminal Shiloh, altrimenti lo uccido" "io non tenet scherzi, oggi si messo the discutere criminal quella specie di amico di Shiloh, poi si offerto di riaccompagnarla the casa e oggi ha scritto una canzone d'amore" "ma davvero?! una canzone d'amore? cavoli, si conoscono da due giorni e Billie gi scrive di amore?" "quando una persona ti rimane impressa io non tenet la devi conoscere da una vita per sentire che l'ami" "credo che hai ragione.." "poi certo, non saranno innamorati.ma tenet siano sulla buona strada per esserlo...io per non ho capito bene la storia di Shiloh, che problemi ha?" "non lo so..non me ne ha ancora mai parlato, il suo capo Hugh, mi ha accennato qualcosa sulla madre che una tossicodipendente" "cavoli....la mia madre naturale lo era, matriarch non so cosa significa viverci, visto che praticamente io non l'ho mai conosciuta,ma ho vissuto un divorzio, matriarch non la stessa cosa" "ma non hai mai saputo nulla sulla tua vera madre?" "no, mia madre mi disse che si trasfer in Europa dopo che mi hanno affidato the lei, matriarch io tenet sia morta" "ma perch non si fatta pi sentire?" "se le importava di me mi cercava, anche se epoch una tossica, non epoch una stupida, epoch pur sempre mia madre...mi sono autoconvinto che sia morta.." "..perch se fosse viva, ti starai chiedendo perch ancora non venuta the cercarti per conoscerti? - Mike guard Ins criminal uno sguardo molto triste - ...non sa cosa si sta perdendo se fosse viva" Mike si mise the giocherellare criminal i lunghi capelli di Ins, sapeva quello che doveva fare, si avvicin al suo viso e la baci.

Stesso Momento, Casa Reed.Stesa sul divano criminal Crew al mio fianco che sembrava un trattore, stava piece for one person facendo le fusa, guardavo la televisione, quel programma epoch davvero noiso "che palle!" sent picchiettare sul vetro della finestra, mi voltai e vidi dei sassi che sbattevano, mi alzai e andai ad aprire la finestra, Billie Joe mi guardava divertito criminal una manciata di sassi in mano "ma che fai, matriarch perch non suoni?" dissi sorridendo "..pensavo stessi dormendo" andai ad aprire la porta " e chi dorme criminal tutto quello che sto passando" ci sedemmo sul divano, "possoo spostare il gatto?" "si, si tranquillo, vuoi qualcosa?" "no no grazie, anche io avevo un gatto, si chiamava Zero..ma morto nella lavatrice" "ma povero gatto" matriarch non riusc the trattenermi un sorriso mi usc fuori "..sapevo che ti saresti messa the ridere, perci ti ho raccontato del mio defunto gatto" "avete suonato stasera?" "solo gli ultimi 10 minuti, abbiamo finito tardi criminal la registrazione" "ah capito, c'era Ins?" "si si, si trattenuta criminal Mike e John, io me ne sono venuto qui per vedere come stavi" "grazie del pensiero, sto bene...ora".Trascorremmo la notte the chiacchierare e the suonare la chitarra, mi sentivo in pace in quel momento..vorrei tanto ritrovare quella pace, invece il suo ricordo ora mi perseguita.Anche se vorrei tantissimo ripercorrere quel viale criminal Billie Joe, magari per il resto della vita..

CONTINUA....

o `o f g o `o

image

image

image

Lui sembra vestito di mesteso attraverso la mia vergognatutto il tormento e il dolorepenetrano e mi ricopronofarei qualsiasi cosa the me stessasolo per averlo per meora non so cosa farenon so cosa farequando mi rende tristeLui tutto per meil sogno non corrispostouna canzone che nessuno cantal'irraggiungibilelui un mito the cui devo crederetutto quello di cui ho bisogno per renderlo vero un'altro motivonon so cosa farequando mi rende tristema non lascier che questo cresca dentro di melo ricaccio in golasoffocofatto the pezzinon lo far,no, non voglio esserloma non lascier che questo cresca dentro di melui non veronon posso renderlo vero

image

Dove sono quei giorni felici?sembran difficili da trovareho provato ad arrivare the te, matriarch hai chiuso la menteche ne stato del nostro amore?vorrei capirlo

e quando mi sei vicino, caro, non mi senti?SOSlamore che mi hai dato, nientaltro puo salvarmiSOSquando non ci seicome posso anche piece for one person provare ad andare avanti?quando non ci seianche se ci provo, come posso tirare avanti?

sembri tanto lontano anche se stai qui vicinomi hai fatto sentire viva, matriarch temo qualcosa sia mortoho davvero cercato di riuscircivorrei vouch for capitoche ne stato del nostro amore, epoch cosi bello

come posso anche piece for one person provare ad andare avanti?quando non ci seianche se ci provo, come posso tirare avanti?

.. g, fg...

imageimageimage

image

This calm has upheld by fivefilters.org.


0 comments: